IDEE IRRAZIONALI

Le idee irrazionali sono quella gamma di concetti,idee,pensieri di natura irrazionale,illogica, non realistica,superstiziosa o magica, in cui tutti noi crediamo devotamente.
Possiamo racchiudere tutti questi pensieri in 5 categorie principali:

DOVERIZZAZIONI o uso assolutistico del verbo dovere: consistono nel ritenere che " le cose devono assolutamente andare così" che io "devo assolutamente avere quello che voglio".
L'errore sta nel considerare un esigenza assoluta ciò che nella maggior parte dei casi sarebbe solo obiettivamente preferibile.

INSOPPORTABILITÀ, INTOLLERANZA: sono pensieri del tipo "Non lo sopporto…", " Non tollero che….", " E' intollerabile…". Sono forme di esagerazione attraverso le quali l'aspetto sgradevole di un evento o di una persona viene ingigantito determinando un atteggiamento di rabbia o di evitamento.

VALUTAZIONI GLOBALI su se stessi e sugli altri: questo errore nel modo di pensare porta a far uso di etichette che esprimono valutazioni globali, del tipo " incapace", "viziato"; tali attributi possono essere pensati riguardo agli altri oppure possono essere rivolti a se stessi.
Se riferiti agli altri ci portano a mettere in atto un atteggiamento ostile e di rifiuto, se riferiti a noi stessi determinano disistima e sconforto con evidenti ripercussioni sul comportamento.

CATASTROFIZZAZIONE : considerare alcuni eventi " terribili", " insopportabili" quando obbiettivamente sarebbero solo spiacevoli, fastidiosi, non desiderati.
Spesso quando catastrofizziamo anticipiamo in modo esageratamente negativo eventi futuri,provocando reazioni di ansia estrema.

BISOGNO ASSOLUTO: "Non posso rinunciare a …." , " Non posso farne a meno di…" , "Ho assolutamente bisogno di…."
Le conseguenze emotive di questo modo rigido di pensare possono essere ansia, depressione, rabbia.

Quando ci ritroviamo in questi schemi rigidi di pensiero, siamo fusi con i nostri pensieri e prendiamo i nostri pensieri come verità assolute , "come il modo esatto in cui stanno le cose".
Non e' facile defondersi dal pensiero ma e' possibile!
Ricordiamoci che il nostro modo di pensare ha ricadute sul nostro stato emotivo e sul nostro comportamento e che il pensiero che facciamo oggi e' figlio della nostra storia di apprendimento.

Dentro la tua scatola cranica hai una macchina che genera pensieri, che mette in relazione un evento a un altro, che categorizza, prevede,spiega,paragona,giudica dalla mattina alla sera.
Quando i tuoi pensieri sono alla guida del tuo comportamento puoi finire fuori strada !

Se vuoi saperne di più ti consiglio questo libro di Steven C. Hayes
Smetti di soffrire inizia a vivere
Smetti di vivere nella tua testa e comincia a vivere nella tua vita!

Dove sono